18 Settembre 2019, 1:44
IschiaDirectory su Facebook  IschiaDirectory su twitter   
 
Home
Agenzie di Viaggi
Transfer & Tour
Appartamenti e Ville
Agenzie Immobiliari
Centri Benessere
Ristoranti, Pub e Bar
Shopping
Autonoleggi
Eventi e Cultura
News
Castello Aragonese
Tutto l'anno, Mostra Museo Castello Aragonese ad Ischia Ponte...
Questa Sera al Cinema
ISCHIA - LE DONNE DEL 6░ PIANO
FORIO - SUPER 8

Ischia Global Fest 2011
L'Ischia Global Fest Ŕ l' evento cinematografico dell'estate ad Ischia, consulta il programma...
Andiamo al Cinema dal 5/06
• CINEMA EXCELSIOR
LA GRANDE BELLEZZA
Spettacoli ore 19:30 e 21:30

La tua moto non va? Chiama "Best Moto" Ŕ l'officina meccanica per la riparazione di motociclette e scooter sull'isola d'Ischia.
Sapere
Le Terme di Ischia
Vedere
 
L'agenzia propone molteplici servizi e assistenza in loco garantita, prenota Hotel Terme, Transfer, escursioni guidate con partner affidabili contattaci.

Vittoria Colonna

Vittoria Colonna Ischia Vittoria Colonna e Ferrante d'Avalos. Ferrante aveva affidato il castello ai d'Avalos per la loro fedeltà alla corona spagnola. A Costanza d'Avalos soprattutto, Ferdinando il Cattolico affidò nel 1905 l'isola. Fu una delle donne brillanti e di grande valore che il Castello ebbe, la quale ospitò e curò l'educazione umanistica di Vittoria Colonna (1492-1547), la maggiore poetessa del Rinascimento italiano, figlia di Fabrizio Colonna e della Duchessa di Montefeltro. Il 27 dicembre 1509 furono celebrate le sue nozze con Francesco Ferrante d'Avalos nella Cattedrale dell'Assunta sul Castello, alle quali parteciparono molti importanti membri dell'aristocrazia napoletana. Vittoria, divenuta marchesa, intrattenne numerose relazioni con poeti e artisti del tempo, tra i quali vanno ricordati Sannazzaro e Michelangelo. Rimasta vedova, Vittoria morirà nel 1457 e il Castello comincerà una nuova fase di declino. Da splendida sede della corte rinascimentale, la rocca fu convertita in un convento di Clarisse nel 1577, per volontà della moglie di Muzio d'Avalos, Beatrice Quadra, che l'aveva ereditata dal marito. Qualche anno prima però, l'isola e con essa soprattutto il Castello, dovette fare i conti con la recrudescenza delle scorrerie dei pirati, questa volta guidati da Khair-Eddin, il pirata Barbarossa, il quale fece 4000 prigionieri (nel 1543) e da Dragut. Ciò spiega la massiccia presenza di torri sull'isola: cilindriche quelle angioine, quadrangolari quelle aragonesi. di questi baluardi resta ben poco: rimangono ancora il cilindrico torrione di Forio, con una torre più modesta a S.Vito; le torri di Michelangelo a Ischia, quella di monte Vico a Lacco Ameno ed infine, quella di S.Giorgio a Testaccio.
 
cartina isola d'ischia
foto ischia, ischia foto, ischia
Informazioni
Inserisci evento su IschiaDirectory

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di www.IschiaDirectory.it . Ulteriori informazioni